Resourcedesign

La definizione è una di quelle impossibili, come quella dell'arte. Ha a che fare con la riproducibilià, lo standard, la produzione industriale, ma da sole, non sono cartteristiche sufficienti. Con il segno? La firma? Il decoro? Nessun oggetto nasce senza forma e neppure senza superficie, colore o materia. C'è il design anonimo, quello archetipo...

Quando la forma di un oggetto si avvicina alla sua funzione fino a combaciare, oppure la nssconde, la nega o ancora se ne scarta fino a diventare altro, abbraccia il gesto di chi quell'oggetto lo posside e lo usa, si relaziona con il suo contesto e i nostri desideri, comunica con l'immagine che vorremmo del mondo che sta sotto il nostro controllo e riverbera il nostro ego agli occhi degli altri... allora ci stiamo avvicinando.

Designer

Product design

Textile design

  • Veruso
    Ancora colore, ma questa volta si arrampica sulle pareti, in onde e optik.
    Accenti da annegare in forme minimali e lucidi biancori da Odissea 2001.
    www.cartadaparatideglianni70.com

Packaging

Market place

  • Etsy
    Di tutto. Purché rigorosamente handmade... Anti-design per eccellezza, lo segnalo per l'architettura, le logiche social, la continua ricerca di nuove soluzioni per quanto riguarda le visualizzazioni, i metodi di ricerca, i tools e le feature. L'e-commerce evoluto.
    www.etsy.com
  • Ichiroya
    Il kimono. Sito commerciale ma in ogni dettaglio fotografico non si può fare a meno di leggere i segni di una cultura complessa e gerarchica dove le relazioni sociali si dipanano sulla superficie delle stoffe.. Infinite variazioni su una forma essenziale.
    www.ichiroya.com
  • Saree World
    Il saree. Dopo il kimono, un altro modo di intendere l'abito attraverso infinite variazioni che si fondono lentamenti ai gesti. Essenziale ed opulento.
    www.sareeworld.com
  • Wahooya
    Il sito non è dei più intuitivi o graficamente ben risolti..ma i Noren in vendita sono veramente notevoli.
    www.wahooya.com